La fine dell’estate.

1709_05_low.jpg
Tittibasana, le gambe sollevate da terra eseguono un importante stiramento di tutti gli organi interni, tonifica gli addominali, rafforza le braccia e i polsi e migliora il senso di equilibrio. Fare attenzione se ci sono problemi alle ginocchia, ai polsi, alla schiena, alle spalle e se sono presenti lesioni alla parte bassa della schiena. Per i principianti: rimanere a terra e, portando le braccia all’interno delle gambe, sollevare queste ultime di 90°, appoggiare i talloni su un blocco yoga o su dei supporti e premi più che puoi le mani le mani a terra.

21 settembre. Qui c’è un sole pazzesco, è l’ultimo giorno d’estate e io, come sempre da sempre (della serie “la mia natura”) mi sento felice, triste, ansiosa, trepidante, con le farfalle nello stomaco, in testa e nel cuore. Mi guardo indietro e vedo l’estate appena trascorsa: mesi pieni di incontri con persone speciali, nuovi luoghi visitati che hanno regalato la meraviglia della magia da prima volta, il mare che ho respirato e che ho lasciato da poco e che già mi manca come il più passionale degli amanti.

Quest’estate mi sono dedicata il mese di agosto, mi sono regalata un mese tutto e solo per me, facendo solo le cose che mi piacciono. Il che si riassume davvero in poco e ciò significa che yoga e mare non sono mancati. Ho frequentato molto Cascina Bellaria dove ho trascorso un po’ di tempo tra seminari e un fantastico teacher training di yoga in gravidanza*, in mezzo a una natura arida e selvaggia, a un incredibile insieme di persone, così diverse nei loro modi ma così sfacciatamente simili, tutti uniti dall’amore per lo yoga. E la musica, un sacco di musica dal vivo che la Cascina offre ogni week end d’estate. E poi, finalmente, la Sicilia, che da qualche anno a questa parte ho eletto come mio posto del cuore. Una natura che ti toglie il fiato, il mare blu che più blu non si può, l’arte pazzesca che racconta storie di mille intrecci e mille popoli e poi le persone meravigliose e la cucina. Oh, la cucina.

Che alla fine, quello che rimane delle esperienze è fatto di natura e amore. È proprio tutto lì. Il resto non conta.

Tutta quella luce, quel calore, quella leggerezza di vivere mi manca terribilmente. Mi manca addormentarmi al suon dei grilli e svegliarmi presto, prima di tutti, per respirare a pieni polmoni il profumo di campagna. Mi mancano quelle lezioni luuunghissime e potentissime in cui amo farmi condurre. Mi mancano Elisa, Rosalba, Marco, Sabina, Marika, Emanuela, la Ludo e poi Silvia, Fabio, Antonio e Matilde. Mi manca lo sciabordio del mare sottocasa e il profumo selvatico, unico, di Filicudi. La mia pratica del mattino e il vino bianco ghiacciato al tramonto. Ascoltare il respiro attraverso il tubo della maschera, sott’acqua. E quelle pietre scure, calde, che sanno di tempi lontani e su cui tanto mi piace sdraiarmi.

Il bello della nostalgia è che ti fa apprezzare ciò che ti manca ma anche ciò che hai: domani è il primo giorno d’autunno, la mia agenda sta ritornando ad essere fitta al suo solito e io sono carica di felicità mista ad ansia come il primo giorno di scuola. Il nuovo mi entusiasma, da sempre. Un po’ come Tittibasana, che spaventa un po’ all’inizio perché sembra impossibile che il peso del corpo rimanga così sbilanciato e in bilico sui polsi. Ma stare lì, in quell’equilibrio strano e un po’ sollevata da terra, ti fa sentire viva come non mai con l’energia e la paura che ti aiutano a stare in posizione e a esplorare un nuovo punto di vista.

Arriverà un’altra estate e tornerò di nuovo nella mia amata Sicilia. Magari anche prima, eh.

 

* Se avete intenzione di fare una formazione specifica per lo yoga in gravidanza, un periodo speciale per ogni donna che necessita di attenzioni speciali e dedicate, vi consiglio il teacher training che offre la programmazione della scuola Hari-Om. Elisa e Federica, insegnanti con una grande esperienza anche in campo infermieristico, hanno creato questo corso con un bellissimo approccio olistico che ho molto apprezzato. Le lezioni approfondivano gli aspetti anatomici in particolar modo i muscoli del pavimento pelvico, le asana consigliate a seconda del trimestre, l’ayurveda, l’alimentazione e il corpo sottile.  Il corso dura una settimana e al termine viene rilasciato un attestato RPYS certificato Yoga Alliance. Consigliatissimo.

Pubblicato da Sonia Pippinato

Yoga trainer 200RYT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...